Oreficeria
Home | Invia Foto | Contatti | Credits
english
NewsLinksEventiPartners
OspitalitàParchiItinerariCittà e PaesiCastelliChiese medievaliEremiArtigianatoGastronomiaNotizie ed Eventi
 Home » Artigianato » Oreficeria
Ceramica
Ferro e rame
Oreficeria
Pietra
Tessuti e Merletti

 Oreficeria


L’artigianato dell’oreficeria si è sviluppato in Abruzzo nei paesi di montagna prossimi ai tratturi dove si addensavano le ricchezze dei proprietari di greggi.
Questi commercianti che commissionavano arredi sacri per le chiese e oggetti d’oro per le proprie famiglie, produssero una domanda orafa talmente consistente da dare impulso a questo mercato in tutta la regione.
Diversi sono i centri dove quest’arte raggiunse uno sviluppo notevole, Guadiagrele, Pescocostanzo, Sulmona e Scanno.

La Presentosa
Tra i gioielli della tradizione, una menzione particolare merita la “Presentosa”, ciondolo diventato famoso per la descrizione che ne fa D’Annunzio nel “Trionfo della morte”. L’origine di questo ciondolo è quasi certamente settecentesca.
La Presentosa ha una forma stellare, all’interno della quale si trovano due cuori uniti da una semiluna, simboli di amore e fertilità.
Questo gioiello veniva spesso ricevuto dalle giovani donne come promessa d’amore.
Altri oggetti della tradizione orafa sono le sciacquaije, orecchini a navicella di Pescocostanzo, e le circeglie orecchini di Scanno.
Tutti i gioielli avevano un loro ruolo di protezione dagli influssi negativi, dalla Presentosa, posta sul petto delle donne a proteggere il cuore, agli orecchini, che con il loro tintinnio spaventavano gli spiriti del male.

01/03/2006


  Home | Invia Foto | Contatti | Credits
© 2004-2005 - Grafica e contenuti sono proprietà di Abruzzo Verde Blu - Credits: